Pabli > Blog > Patrimonio

Si parte con l’applicativo Patrimonio della PA per la rilevazione dei beni pubblici

È iniziato il caricamento dei dati dei beni immobili sul nuovo applicativo. La prima scadenza è prevista per il 28 febbraio 2022.

Mariasole Vadalà

23 Novembre 2021

Il nuovo applicativo Patrimonio della PA è finalmente attivo ed è iniziato il censimento dei immobili pubblici (ex art. 2, comma 222, della Legge 23 dicembre 2009, n. 191).

Ospitato da una piattaforma tecnologicamente più avanzata, l’applicativo Patrimonio della PA raccoglie informazioni su più di due milioni di beni immobili pubblici garantendo il dialogo con altre banche dati.

Con questo nuovo portale viene abbandonata la logica del censimento annuale (che vedeva impegnate le Amministrazioni nel caricamento dei dati entro il 31 dicembre di ciascun anno) per una rilevazione continuativa. Le Amministrazione sono chiamate a comunicare le variazioni rispetto al patrimonio immobiliare dichiarato e presente a sistema.

Le due fasi di lavorazione su Patrimonio della PA

Il 28 febbraio 2022 è la prima data di scadenza da rispettare per la rilevazione del patrimonio della PA. Ma vediamo nel dettaglio le due fasi previste:

  • Fase 1: vede le Amministrazioni chiamate a verificare le informazioni presenti a sistema e ad aggiornare opportunamente i dati relativi ai beni in proprietà e in detenzione al 31/12/2019. Questa fase è attualmente in corso e si concluderà il 28/02/2022.
  • Fase 2: le Amministrazioni dovranno effettuare la trasmissione dei dati entro la data di scadenza di cui sarà data opportuna comunicazione.

Le Amministrazioni sono invitate a verificare con sollecitudine il corretto accesso all’applicativo, non attendendo i giorni a ridosso della scadenza per l’aggiornamento dei dati, oltre ad adoperarsi per il consolidamento delle informazioni inserite nella banca dati del Dipartimento del Tesoro.

In caso di inadempienza

Le Amministrazioni inadempienti saranno segnalate alla Corte dei conti per il seguito di competenza.

A chiusura della rilevazione, il Dipartimento del Tesoro pubblicherà le informazioni contenute nella propria banca dati, ai sensi dell’art. 9 bis del D.lgs. n. 33/2013.

Per problemi tecnici

In caso di problemi di accesso o di carattere tecnico al portale Patrimonio della PA è possibile utilizzare la funzionalità Richiesta Assistenza.

I quesiti di carattere tematico possono essere inviati all’indirizzo supportotematicopatrimonio@mef.gov.it.

In considerazione degli importanti elementi di novità, si raccomanda la consultazione della documentazione di supporto disponibile sulla pagina di benvenuto dell’applicativo Immobili.

Abbiamo approfondito il tema nell’articolo Al via il nuovo applicativo Patrimonio della PA. Prima scadenza il 28/02/2022 pubblicato sul quotidiano Lentepubblica.

La nostra società supporta i comuni interessati nell’attività di caricamento sul nuovo portale. Per maggiori informazioni sul servizio o per richiedere un preventivo compila il form o scrivi a info@pabli.it.

Mariasole Vadalà

23 Novembre 2021

Come
possiamo
supportarti?